10

FFJ under 15: si parte!

Ci stiamo preparando dal 3 settembre con fatica, sudore e impegno, ora è arrivato il momento di dimostrare quanto valiamo, di confrontarci con altre squadre e con altri ragazzi che, come noi, giocheranno impegnandosi al massimo.

In totale, 19 team partecipano al campionato che avrà inizio domenica 16 marzo con il 1° Bowl under 15. Questa è la composizione del  girone B del Campionato di Flag Football under 15:

  • Rhinos Milano
  • Seamen Milano
  • Deamons Martesana
  • G TEAM Gallarate

Michele, Davide, Luca, Andrew, Marco, Davide e Samuele. Questi sono i ragazzi del G TEAM che giocheranno in casa Rhinos, squadra campione d’Italia nella stagione 2013, al Centro Sportivo Aldiniana in via Graf 4 a Milano.

Quali sono le attese, quali prospettive? I nostri ragazzi sono pronti ad affrontare questo campionato che è difficile ma sicuramente alla nostra portata. Dobbiamo impegnarci al massimo per rientrare tra le prime due squadre del girone e qualificarci, così, per la fase finale del campionato.

Il nostro scopo è che i ragazzi si divertano giocando, solo così potranno confrontarsi con altre squadre ed essere soddisfatti, indipendentemente dal risultato della partita.

Come Head Coach Flag Junior cosa posso dire? Si comincia e noi non siamo inferiori a nessuno! Andiamo a divertirci!

GO GO  GO  G TEAM

533348_387526581333026_1086468583_n

Una grande famiglia

Qualche anno fa abbiamo conosciuto un giovane padre di famiglia a cui il nostro Parroco aveva lasciato fare un breve intervento a fine di una Messa domenicale.

Ci ha parlato di una disciplina sportiva nuova per noi, presentandocela con modi gentili e convinti ma, dalle sue parole, si poteva percepire vivamente la passione che lo animava. Tanta passione, come minimo, desta curiosità.

In poco tempo ha conquistato la nostra attenzione ed il nostro rispetto e alcuni di noi hanno deciso di collaborare al suo progetto.

E, soprattutto, ha catturato la stima e la fiducia di ciò che abbiamo di più prezioso, i nostri figli.

 Lo scopo è quello di costruire qualcosa di buono, bello e sano, che faccia bene al fisico, al cuore ed alla mente di chi pratica lo sport ma, anche, di chi molto umilmente fa solo da contorno.

 Ognuno lavora al meglio delle proprie possibilità: chi si adopera nella formazione tecnica dopo essersi preparato a sua volta, chi spadella, inforna ed affetta per l’accoglienza delle squadre ospiti, chi confeziona gadget, chi segna il campo di gioco, chi collabora negli arbitraggi.

 Non ci pesa assolutamente ma non neghiamo che la disponibilità di qualche genitore in più ci farebbe solo piacere, se non altro per fare meglio. Dobbiamo dare segnali di fiducia e positività anche in tempi magri come questi. Questa è un’opportunità in più per crescere fianco a fianco con le nuove generazioni, per entrare in simbiosi coi loro interessi e ci permette di capire il loro punto di vista: non possiamo tirarci indietro!

 Le delusioni e le soddisfazioni sul campo sono altalenanti, specie per una realtà nuova come la nostra che spesso paga pegno per inesperienza.

Assistiamo alle partite, esultiamo e soffriamo per ciò che accade ai nostri ragazzi, ci sentiamo mortificati quando gli avversari li “strapazzano”, in certe occasioni ognuno di loro è come se fosse nostro figlio.

Questo concetto riteniamo importante rimarcarlo: viviamo un tempo in cui le persone non si parlano né si ascoltano a sufficienza, noi crediamo in loro!

Speriamo che la fiducia nelle proprie capacità non venga mai meno tra le fila delle nostre squadre e ci auguriamo un futuro radioso, fitto di tante soddisfazioni.

L’imperativo di rito è “crederci”. Ogni obiettivo che ci prefiggiamo deve avere come presupposto l’intenzione di non demordere mai, di avere sempre lo sguardo concentrato sulla palla, quella ovale nel caso dei nostri giovani.

Go G TEAM!

Alessandra e Stefano Bonini