LUCK8279

Chi vede tutti gli esseri nel suo stesso Sé, e il suo Sé in tutti gli esseri, perde ogni paura.

Betto. Ruffato. Macchi. Sciuccati. Zambonini. D’Agostino. Firme su un capolavoro. Un sogno ad occhi aperti che si realizza. Crescere giorno per giorno, partita dopo partita. Fino ad arrivare alla vittoria. Soffrire e trionfare ancora. Il G TEAM ha salito ogni piolo di quella scala che l’ha portato ad evolversi. La scala che l’ha portato ad un passo dal sogno, così diverso rispetto alle origini.

Vincere. La parola tanto temuta solo un anno fa non è più una parola, ma un obiettivo. Provarci è diventato un dovere morale verso se stessi, in ogni incontro.

Betto. Ruffato. Macchi. Sciuccati. Zambonini. D’Agostino. E il G TEAM riscrive la propria storia. 67 punti realizzati, 0 subiti. Un quarto finale guardando il cronometro nel rispetto degli altri e la sensazione che tutto sia cambiato definitivamente. Passaggi e schemi, attacco e difesa. Ha funzionato praticamente ogni cosa.
E i Tigers non sono riusciti a reagire. Il punteggio non gli rende onore, ma ci hanno provato. Hanno dato tutto, anche la salute, meritandosi il rispetto di avversari e tifosi.

I grigioazzurri conoscono bene la sensazione che si prova quando il tabellino ti dice di mollare, quando le botte, gli errori e le sconfitte ti dicono di arrenderti. Lasciare il campo prima che sia troppo tardi.

Il G TEAM contro il G TEAM. Sabato sera è stato un po’ come rivedersi tre anni fa. Come una fiaba riavvolta fino a tornare all’inizio. ‘Once upon a time’, il riflesso in uno specchio. I Tigers avevano le stesse facce, gli stessi sospiri. La stessa voglia di crescere e lo stesso timore di non potercela fare.

Non era facile insistere quando tutto girava storto, è impossibile desistere ora che tutto gira bene. Sabato prossimo, contro i Gorillas, sarà tutta un’altra storia. Razionalità contro speranze. Certezza contro sorpresa. Dopo aver visto se stessi negli occhi dei Tigers.
Entusiasmo al massimo, paura al minimo. Tutti uniti per tentare l’impresa.

“Chi vede tutti gli esseri nel suo stesso Sé, e il suo Sé in tutti gli esseri, perde ogni paura”.

Francesco Inverso

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>