Tutti gli articoli di Cesare

Senza titolo-2

Solo insieme

Nei mille e più oratori della nostra diocesi ambrosiana si è celebrata domenica la Festa di apertura degli oratori.

Insieme a catechisti, educatori e collaboratori, centinaia di allenatori sportivi hanno rinnovato il proprio impegno davanti alla comunità cristiana ed al Signore ricevendo il mandato educativo ed assumendosi così la responsabilità dell’educazione.

Lo slogan che la diocesi ha proposto per quest’anno oratoriano è “Solo insieme”, una proposta che invita ad un cammino comunitario in cui i ragazzi possano sentirsi chiamati per nome, conosciuti, incoraggiati ed amati. Un tema in cui ci sentiamo coinvolti pienamente attraverso l’attività sportiva, che si fa strumento pastorale con questo fine.

Rinnoviamo la nostra vocazione oratoriana all’inizio di questa stagione che sarà, lo si è capito fin di primi giorni di attività, faticosa ma ricca di felicità e bellezza.

Felicità e bellezza che si concretizzano nella comunità educante,  la cui missione è quella di curare la  qualità delle relazioni ponendosi accanto a genitori e familiari dei ragazzi, pronta a sostenerli nel loro ruolo per costruire una cultura di pace e di solidarietà fra le persone, valorizzando la loro unicità.

Cercheremo così, nel nostro piccolo e con grande umiltà, di formare una comunità dove la condivisione non sia limitata al campo e ad una palla ovale, ma si allarghi a relazioni autentiche e fraterne.

#Ibelieve

#Ibelieve

Ci siamo, ora abbiamo anche un sito!

In questo luogo virtuale ci racconteremo ed avremo modo di interagire con voi, confrontandoci sui nostri cammini e sulle nostre attività, una delle cose che ci sta più a cuore.

La centralità di questo sito è occupata dal blog, dove troverete sempre qualcosa di noi: un articolo, un resoconto di un’attività a cui abbiamo preso parte, una “puntata” della nostra storia, un pronostico o un commento alle partite dei giorni precedenti.

Vogliamo condividere con voi ogni passo di questo cammino che sta diventando bellissimo e pieno di compagni di strada.

Tutto questo sotto un unico motto, #Ibelieve. L’hashtag è sinonimo di connessione, quella che vogliamo creare con quanti sono incuriositi dal nostro progetto, e di condivisione, quella dei valori oratoriani che cerchiamo sempre di trasmettere. I colori del G TEAM, l’azzurro e l’argento, danno colore al logo, disegnando una croce e dando risalto al motto: io ci credo!

E voi?

prova

Diversità e coerenza

Capita, a volte, di sentirci dire: “bellissimo progetto, c’è qualcosa di diverso in quello che fate”, e spesso cadiamo nella tentazione di definirci a nostra volta diversi, peccando di superbia.

Al termine “diverso”, non riuscendo a definire marcatamente un termine di paragone, preferisco la parola “coerente”.

Non vogliamo essere altro, se non coerenti. Perché sì, è vero, lo sport fa bene e questo è un nostro saldo punto di partenza. Ma fa bene contemporaneamente ed indissolubilmente al corpo e allo spirito, cioè alla persona nella sua interezza: la crescita atletica dei nostri ragazzi deve andare di pari passo con quella umana.

La società in cui viviamo non ci aiuta. Si è creata infatti una netta spaccatura tra i due elementi necessari alla lettura della realtà, l’intelligenza e l’affetto. L’ambiente che ci circonda è ricco di sapere tecnico e scientifico ma povero di educazione, di trasmissione e condivisione di valori: questo vale anche per lo sport purtroppo, che in questo ambito ha delle potenzialità enormi. Questa la nostra più grande sfida: parlare al cuore dei ragazzi.

In tutto ciò è illuminante un episodio della vita di don Bosco, citato recentemente dal nostro Arcivescovo in occasione della Peregrinatio in Diocesi dell’urna del santo. Quando domandarono a don Bosco come facesse ad educare i ragazzi la risposta fu: “Io li tiro su come mia madre tirava su noi in famiglia, di più non so”.

E in quel “di più non so” ci sono le mille e più tecniche che ci fregiamo di conoscere in più di lui: il segreto, in verità, è nel giusto equilibrio tra autorevolezza e abbraccio tenero verso gli altri.